Viaggio nelle Ferrovie Italiane anni '50 e '60 Vedi a schermo intero

3 - Viaggio nelle Ferrovie Italiane anni '50 e '60

ESAURITO

 

Negli anni Cinquanta le nostre ferrovie, appena uscite dal dramma della Seconda Guerra Mondiale, con le risorse messe a loro disposizione avevano ridato al Paese la possibilità di tornare a viaggiare su una rete che era stata in buona parte dilaniata dal conflitto. Dopo aver ripreso la costruzione di rotabili progettati anteguerra, si erano gettate le basi per un rinnovamento che appariva ormai improcrastinabile anche a motivo della concorrenza del vettore stradale e dell’aereo. Nuovi mezzi apparivano sulla scena ferroviaria, mentre il vapore viveva la sua ultima stagione. Mario Diotallevi, uno dei più prestigiosi fotografi ferroviari italiani, è stato testimone di questo cambiamento epocale, iniziando a fotografare negli anni Cinquanta e ripercorrendo passo dopo passo queste profonde trasformazioni. Dal mitico Settebello – simbolo della rinascita delle ferrovie – alle ultime 685 ancora in turno regolare con treni viaggiatori, abbiamo la possibilità di vedere uno spaccato dell’Italia di quel periodo, fino alle prime “Tartarughe” antesignane della ferrovia che conosciamo oggi, senza dimenticare quell’arcipelago di ferrovie concesse che hanno permesso lo spostamento di migliaia di persone in località al di fuori delle grandi arterie. Le didascalie a corredo delle immagini permettono anche di scoprire particolarità e aneddoti di mezzi, linee e impianti oggi in buona parte scomparsi, accompagnando il lettore in un viaggio ormai irripetibile esaltato dal fascino di fotografie in bianco e nero di rara qualità e bellezza. 208 pagine, rilegato, cartonato, copertina plastificata.

42,00 €

Questo prodotto non è più disponibile

  • Autore testi di Franco Castiglioni - foto di Mario Diotallevi

30 altri prodotti della stessa categoria: